in , ,

GF Vip finale, Signorini sui concorrenti: “Alcuni sono più stupidi”

Alfonso Signorini chiude l’edizione più politicamente scorretta del GF Vip: il bilancio della sesta edizione

alfonso signorini gf vip

La sesta edizione del GF Vip si avvia verso la finale. Con la durata di 183 giorni, per un totale di sei mesi, è la stagione più lunga della versione Vip del reality show nonché la più lunga della classica del format assieme all’undicesima edizione. La media è di 3.100.000 spettatori per uno share del 20.1% che fa, volenti o nolenti, uno degli asset fondamentali e importanti di Mediaset. In crescita rispetto allo scorso anno, i numeri non danno nessun primato all’edizione che sta per chiudere i battenti. Il record è detenuto ancora dalla seconda edizione con 4.863.000 spettatori e il 25.65% di share.

Intervistato da Il Corriere della Sera, Alfonso Signorini ha fatto un bilancio a partire dalle modifiche al regolamento introdotte riguardo le squalifiche per bestemmie e comportamenti ritenuti inaccettabili. Il conduttore ha dichiarato che “alcuni concorrenti sono più stupidi che razzisti. La stupidità è una cosa, il preconcetto è un’altra”. A detta del padrone di casa, a un certo punto la situazione era sfuggita di mano e si è sentito in dovere di parlare a tutti dando un consiglio: “Uscite piuttosto che dare il peggio di voi come state facendo, vi fate del male da soli”.

Alfonso Signorini e la frase sull’aborto al GF Vip: “È diventato un caso”

Lo scorso novembre Alfonso Signorini ha detto in diretta al Grande Fratello Vip che “noi siamo contrari all’aborto”. A nome di chi ha parlato? Degli autori? Di Mediaset? Dei concorrenti e del pubblico? Non si è mai capito. Probabilmente avrà dimenticato che legge sull’aborto è stata votata decenni fa dal 68% degli italiani.

Nell’intervista a Il Corriere, vista la finale del GF Vip alle porte, è tornato a parlare di questo. Il conduttore è caduto nella trappola sulla contrarietà all’aborto, frase che è stata davvero molto infelice:

“Stavo parlando della cagna di Giucas Casella all’interno del GF. Una battuta infelice estrapolata da una frase è diventata un caso. Anche il contesto deve essere valutato”

Il ‘noi’ è stato un errore. Non si permetterebbe mai di esprimere opinioni a nome di Endemol o Mediaset. Il problema, come raccontato, che usa spesso il plurale maiestatis.

Finale GF Vip: nel 2022 ha prevalso il politicamente scorretto

Il primo a parlare e ad ammettere il politicamente scorretto al GF Vip è stato Alfonso Signorini. Il giornalista, sempre al top negli ascolti, ha voluto un’edizione che fosse più spregiudicata come è nella natura del programma. Alcune espressioni quest’anno sono state decisamente fuori luogo e le hanno condannate sempre con fermezza, ma dobbiamo imparare a distinguere cosa è veramente ingiurioso da quanto invece è provocatorio.