in , , ,

Padre di Michele Merlo a Verissimo: “Poteva salvarsi e guarire”

Rivelazioni forti quelle del padre di Michele Merlo a Verissimo: il prossimo 6 giugno ricorre il primo anniversario della sua scomparsa

padre Michele Merlo verissimo intervista

A quasi un anno dalla morte di Michele Merlo a causa di una ischemia cerebrale causata da leucemia fulminante, il padre Domenico è stato intervistato a Verissimo. L’uomo si è detto certo che il figlio si sarebbe potuto salvare se i medici fossero stati più tempestivi nel dargli soccorso. Con rassegnazione alla possibilità di avere giustizia ha dichiarato a Silvia Toffanin:

“Non mi aspetto nulla dalla giustizia e non condanno l’errore umano anche se mi hanno devastato la vita”

Secondo la versione del padre di Michele Merlo, un esame del sangue in tempo avrebbe potuto salvare l’ex cantante di Amici di Maria De Filippi. Il giovane, infatti, aveva una probabilità dal 77% all’89% di guarire, in circa sei mesi, dalla malattia che l’aveva colpito.

Michele Merlo, il padre a Verissimo: “Vittima della sanità che non funziona”

A Verissimo il padre di Michele Merlo ha raccontato suo figlio come un ragazzo che non esitava ad ascoltare i suoi consigli. Con la madre, invece, si apriva molto; a lei raccontava anche le cose più intime. Mike Bird era un artista incompreso ma “forse questo mondo non era per lui perché era troppo sensibile”.

Il prossimo 6 giugno sarà un anno dalla morte di Michele Merlo. Aveva 28 anni e in tanti avevano imparato a conoscerlo per la sua musica anche dopo la partecipazione ad Amici. A Verissimo Domenico Merlo ha ammesso che quello che è successo al figlio è frutto di una sanità che non funziona più: il sistema ha subito dei tagli importanti e questo porta continuamente a situazioni drammatiche.

Michele Merlo anniversario morte, il padre: “Verrà ricordato”

In occasione del primo anniversario della sua scomparsa, Michele Merlo verrà ricordato allo stadio comunale di Rosà, in provincia di Vicenza. Con tanti amici e l’aiuto della Nazionale Cantanti, il padre proverà a ricordarlo attraverso la musica e il gioco. “Vogliamo sempre celebrarlo e sostenere anche gli artisti che non hanno la possibilità di emergere”.