in , ,

Amici, Agata Reale leucemia: “Ecco come mi ha aiutata Maria De Filippi”

Da due anni lotta contro il cancro: Agata Reale, ex ballerina di Amici, svela un retroscena sull’aiuto offerto da Maria De Filippi

agata reale di amici e maria de filippi

Per due anni e mezzo Agata Reale ha lottato contro la leucemia. L’ex ballerina di Amici, un paio di mesi fa, aveva deciso di raccontare tutto trovando tanto sostegno nei suoi fan che si sono stretti attorno a lei. Per un periodo ha tenuto il cancro nascosto, ma quando pubblicava delle foto riceveva commenti davvero duri: “In alcune mi davano dell’anoressica e me ne dicevano di ogni”.

In una intervista concessa a Libero Tv, Agata Reale di Amici ha raccontato un aneddoto personale del suo rapporto con la moglie di Maurizio Costanzo. Nonostante siano passati anni dalla sua partecipazione al talent, la conduttrice ha dimostrato il suo affetto quando è venuta a conoscenza della malattia:

“Ho ricevuto un regalo molto bello, d’incoraggiamento, mi ha scritto che mi era vicina, di non mollare, che lei sapeva che sono una ragazza forte”

Agata Reale battaglia contro il cancro: il supporto della squadra di Amici

Non solo Maria De Filippi (di recente al memorial di Michele Merlo), ma l’intera squadra del talent Amici si è messa a disposizione di Agata Reale nel tentativo di aiutarla nel combattere contro la leucemia. Il giorno in cui è entrata in ospedale il marito era molto disperato. La prima cosa che ha fatto è stata cercare aiuto per capire se era possibile avere qualche medico in più. Come raccontato da Agata, l’uomo contattò Luca Zanforlin che fu il primo a sapere:

“Appena Maria lo ha capito, anche Mauro del Monaco e tutto il team si sono prodigati per aiutarmi”

Agata Reale, dal talent di Maria alla leucemia: le difficoltà lavorative

Agata Reale non ha nascosto di avere avuto alcuni problemi lavorativi. Secondo la sua versione dei fatti, una volta svelata la malattia, la gente non l’avrebbe più chiamata: “Quando hai una malattia per tutti sei vista come una condannata”. Se si è malati non vuol dire che non si riesce o non si può lavorare: “I malati possono fare tutto quello che vogliono. Ho lavorato duro anche per aggiornarmi e per fare corsi di formazione di continuo e a distanza”.